È possibile monetizzare tramite Google Adsense? La risposta è ovviamente positiva, tuttavia, è importante valutare attentamente alcuni aspetti che riguardano l'uso di questa piattaforma gestita da Big G.

Tantissimi proprietari di siti e blog conoscono molto bene Google Adsense, il famoso servizio di proprietà della società californiana, che si associa immediatamente al concetto di pubblicità sul web: ebbene, questo strumento è davvero ideale per riuscire a monetizzare i propri contenuti tramite gli annunci pubblicitari proposti dal servizio, a patto di rispettare le linee guida di Mountain View.

Dopo l’iscrizione – gratuita – al servizio, potrete creare diversi formati di annuncio pubblicitario, inserendo in seguito i codici degli stessi all’interno del vostro sito (o del blog): a questo punto, non dovrete fare altro che attendere i click degli stessi annunci da parte dei vostri lettori, tenendo presente che, ovviamente, ad un maggior numero di clic corrisponde anche un livello più elevato di remunerazione da parte di Google Adsense.

Esistono delle condizioni particolari che permettano di ottimizzare la monetizzazione tramite Google Adsense? Ebbene la risposta è ovviamente sì: andremo a vederle insieme dopo la pausa, aiutandovi a comprendere meglio il funzionamento di questa piattaforma di Big G.

Cosa fare per guadagnare di più con Google Adsense

Ci sono degli aspetti fondamentali che non possono essere ignorati quando si vuole incrementare la monetizzazione tramite questo servizio di Big G e, noi, ci sentiamo di riassumerli in questo modo.

  • Il volume del traffico: è importante avere un pubblico davvero numeroso, proprio perché soltanto con elevati livelli di audience è possibile avere un numero più consistente di clic e, di conseguenza, anche guadagni più interessanti.
  • I contenuti – oltre a non essere ovviamente dei copia ed incolla – devono destare interesse nei lettori, proprio perché solo in questo modo puoi attirare più lettori e, conseguentemente, avere potenzialmente anche più click.
  • Il materiale che pubblicate sui vostri siti/blog deve essere abbinabile ovviamente a pubblicità di prodotti e servizi affini: anche questo aspetto è da valutare attentamente, prima di iniziare a scrivere di un certo argomento.
  • Un’integrazione precisa degli annunci AdSense – anche a livello grafico – permette di ridurre al minimo il fastidio provocato nell’utente dalla presenza delle inserzioni e, inoltre, permette di ottenere potenzialmente più interazioni.
  • Una volta prescelto Adsense quale servizio per monetizzare il vostro blog/sito, non dovrete usare altre piattaforme simili.

Date un’occhiata a questo video per farvi un’idea più approfondita del potenziale di Google Adsense per la monetizzazione di siti e blog!