Facebook ha deciso di aggiungere alcune limitazioni sugli annunci pubblicitari che implicano l'utilizzo della parola Covid 19 o Corona Virus.

Facebook sta rafforzando le sue regole sugli annunci che fanno riferimento al nuovo coronavirus, nel tentativo di ridurre la disinformazione e la paura dell’epidemia.

Il social network ora vieterà le pubblicità che lo menzionano se promettono di curare o prevenire il virus o tentano di “creare un senso di urgenza” al riguardo.

In una dichiarazione, un portavoce ha dichiarato a Business Insider: “Di recente abbiamo implementato una politica per vietare le pubblicità che si riferiscono al coronavirus e creano un senso di ansietà, come implicare una fornitura limitata o garantire una cura o una prevenzione. Abbiamo anche politiche per le superfici come il mercato che proibisce comportamenti simili “.

Facebook, come altre piattaforme tecnologiche, è attualmente alle prese con un’ondata di conversazioni in preda al panico e a volte una chiara disinformazione su COVID-19, che ha fatto ammalare più di 79.000 persone in tutto il mondo e ucciso oltre 2.600 negli ultimi mesi.

Facebook utilizza check-fact per verificare le affermazioni dubbie e successivamente sopprimerle nel suo feed di notizie, e alla fine di gennaio ha annunciato che stava facendo il passo aggiuntivo di rimuovere completamente false informazioni sull’epidemia “che sono state contrassegnate dalle principali organizzazioni sanitarie globali e dalle autorità sanitarie locali ciò potrebbe causare danni alle persone che li credono “.