La tempestività nella spedizione (e consegna) di quanto venduto è un fattore cruciale per il successo di un e-commerce: per gli operatori del settore, Nexive sembra essere sempre più un partner perfetto per gestire l'invio di pacchi con flessibilità e all'insegna della comodità.

Non basta proporre prodotti di alta qualità a prezzi concorrenziali per riuscire a conquistare i clienti nel mondo degli e-commerce: è altrettanto fondamentale gestire all’insegna della massima professionalità la spedizione di quanto ordinato dagli utenti, evitando disservizi ed inefficienze di vario tipo, affidandosi ad un partner affidabile per la movimentazione dei pacchi, come ad esempio il servizio offerto da Nexive.

Nexive: più servizi per movimentare 10 milioni di pacchi

Una logistica efficace e reattiva è la chiave del successo per le vendite online: e questo lo sa molto bene anche Nexive, il servizio postale privato che, da un mese a questa parte, in 7 dei suoi 20 centri in cui offre servizi mail, ora, sarà possibile spedire (o ritirare) colli di piccolo o grande formato, con un’estensione dell’orario per la consegna, che ora può avvenire entro le 19:30 dal lunedì al venerdì e tra le 9 e le 13 il sabato.

In effetti, nell’epoca in cui gli acquisti si possono fare giorno e notte, a colpi di clic o di tap, il mercato richiede una rapida evoluzione non soltanto del modello di negozio, bensì, anche un adeguamento dei servizi postali a quelli che sono gli standard del presente. Se da una parte le lettere sono sempre meno popolari, dall’altra, i colli movimentati in seguito alle vendite degli e-commerce sono sempre di più.

Lo stesso AD di Nexive Luciano Traja, infatti, ha indicato che secondo una ricerca condotta dalla stessa azienda il 39 percento dei connazionali fa acquisti online con cadenza settimanale, un dato destinato ad incrementare nel futuro. Ignorare un trend simile, significa non abbracciare l’evoluzione del mercato, che vede il comparto degli e-commerce – secondo i dati di Netcomm – in crescita del 15 percento durante lo scorso 2018.

Tablet e smartphone, ovviamente, hanno ampliato notevolmente la libertà nel fare acquisti, con il risultato che sempre più persone decidono di comprare beni (e anche servizi) a tutte le ore, anche al di fuori di casa. In pochi gesti, infatti, possono completare una transazione e non fare altro che attendere l’arrivo del corriere con il loro pacco, oppure, andare a ritirare lo stesso appunto nei centri logistici attrezzati per questo tipo di servizio.

Nexive, secondo quanto comunicato, punta a raggiungere i 10 milioni di pacchi movimentati entro quest’anno e, le città prescelte per i nuovi servizi di ritiro/consegna dei pacchi sono Trento, Mestre, Verona, Bologna, Padova, Genova e Torino.