Lo shopping online è un fenomeno che interessa ormai milioni di utenti: ma quali sono le preferenze dei nostri connazionali per quanto riguarda i pagamenti online? Diamo uno sguardo ai dati resi noti da Intergic.

Gli e-commerce hanno cambiato in maniera incredibile quelle che sono le preferenze e le abitudini relative allo shopping di milioni di italiani: e a questo proposito, Intergic ha condotto un’interessante ricerca tra i manager degli e-commerce della sua rete, per delineare in maniera più chiara quelle che sono le preferenze delle persone per i pagamenti digitali, in maniera da prepararsi nel migliore dei modi alle sfide future.

I pagamenti e gli e-commerce italiani

La ricerca ha messo in evidenza come, tra le prime preoccupazioni di coloro i quali sono attivi nel mondo dell’e-commerce, c’è quella relativa ai costi da sostenere – o meglio le commissioniper le vendite online: questo fattore di scelta è ritenuto il più importante da parte del 56.8 percento degli intervistati, mentre soltanto circa il 33 percento mette in evidenza la necessità di poter contare su prodotti white label per apporre il proprio logo.

Il sondaggio si concentra d’altro canto anche su quelle che sono le attività che richiedono un maggior investimento in termini di tempo: e per il 44 percento delle persone intervistate, è proprio la gestione dei pagamenti quella che richiede maggiore attenzione, seguita dai rimborsi (secondo il 35.6 percento), con un dato molto interessante, vale a dire, solo il 10 percento sfrutta il medesimo provider per gestire i pagamenti digitali e quelli nel proprio punto vendita.

Qual è il comportamento degli italiani durante gli acquisti online

Dopo aver individuato il prodotto desiderato, secondo la ricerca, gli utenti vogliono completare l’acquisto in modo semplice e veloce, riducendo al minimo i passaggi per portare a casa ciò che si vuole acquistare: il 65 percento dei manager degli e-commerce hanno sottolineato la necessità di permettere all’utente di portare a conclusione la transazione senza troppi passaggi, giacché questi ultimi li dissuadono dall’acquisto.

Quali sono invece le preferenze per quanto riguarda i pagamenti? Secondo la ricerca, PayPal, le carte di credito e di debito sono le modalità preferite dagli utenti. 3 manager su 4 hanno indicato come ognuna delle modalità sopraindicate detenga oltre il 25 percento della quota dei pagamenti. Per un negozio su quattro, invece, le carte sono prescelte per meno di un quarto delle transazioni, segno che bonifici ed ewallet hanno le loro possibilità.

Nonostante il timore delle truffe, secondo la ricerca, l’uso di soluzioni come l’autenticazione a due fattori o 3D Secure rischiano di far abbassare il tasso di conversione: insomma, per gli italiani comodità e velocità sono essenziali durante lo shopping online!